Prima Squadra - Ultime Notizie


Torna all´elenco delle notizie

20 mag 2021
Domenica a Motta per la sesta di campionato!

 

Noale. Il successo di domenica scorsa è ormai in archivio, e alle porte c’è la trasferta di Motta di Livenza.

Una trasferta insidiosa che deve essere affrontata con la stessa determinazione della sfida della quinta di campionato, quella che abbiamo vinto con le reti del solito Zuin, di Camozzo e con la doppietta di Nicolò Garbuio.

 “Stiamo riuscendo ad avere continuità perché durante la settimana ci alleniamo bene." Conferma Garbuio. "Che poi faccia gol io, Ale Zuin, Della o Momo, a me interessa poco, l’importante è portare a casa il risultato, che è l’obiettivo comune, quello che ci ha chiesto la società, il mister, tutto lo staff.

Domenica l’ha fatta da padrona la nostra voglia di vincere, la volontà del nostro gruppo di andare sempre avanti. Come si è potuto vedere nel corso della partita ci sono state poche disattenzioni e, sebbene loro avessero delle qualità, in quell’occasione non ce ne sarebbe stato per nessuno, sia il San Luigi, che un’altra squadra più blasonata. Avremmo comunque strappato i tre punti, perché era troppa la voglia di dare continuità al successo di Castelfranco.

La voglia di dimostrare di esserci, di essere artefici del nostro destino, perché si sa che se sbagliamo adesso è finita. Ci siamo tirati su una costola con il Giorgione e adesso non vogliamo più perdere il treno. Mancano quattro partite e devono essere fondamentali, quelle in cui non possiamo sbagliare.”

Come alla sesta con la trasferta con la Liventina.

Più che guardare alle altre squadre, anche se l’occhio lo butti sempre, non si può negare, dobbiamo prima di tutto fare la rincorsa su noi stessi. Perché se vogliamo guardare a quello che possono fare gli altri allora non possiamo non vedere come il Giorgione adesso abbia un percorso in discesa. Ma sono dietro di noi e se noi le vinciamo tutte non dobbiamo preoccuparci di nessun altro.

Ma è un campionato strano questo, difficile da spiegare. Bisogna dare tutto quello che hai e se sei più bravo vinci le partite. Sapere di poter vincere un campionato di nove partite deve darti una carica ancora maggiore, perché l’obiettivo è là a portata di mano, non è un torneo con 38 sfide, lungo e complicato. Devi mantenere sempre la stessa concentrazione per non sbagliare nulla. Anche questa è una delle forze del nostro gruppo.”

Il quale, tranne il passo falso con il Pro Gorizia, per ora rimane in corsa per un sogno. Anche con il gioco di un reparto offensivo che ha dimostrato di essere all’altezza del compito assegnatogli.

Li davanti la pensiamo tutti nella stessa maniera. Se dei ragazzi come noi, coetanei, lavorano nello stesso modo, l’intesa è più semplice. Se ognuno di noi pensa per gli altri, non per il proprio orto, le cose allora vanno per il verso giusto. All’inizio non è stato facile sicuramente perché, a differenza degli altri, la squadra ha cambiato, dieci, dodici, giocatori e in così poco tempo abbiamo dovuto trovare l’intesa. Ma come il terzetto lì davanti, adesso siamo tutti molto più coesi.

 E la coesione del gruppo potrebbe essere l’arma vincente anche domenica 23 maggio 2021 alle ore 16.30 a Motta di Livenza, per

 Liventina – Calvi Noale

 #forzacalvieccellenza2021