Contro il Camisano arriva la quarta immeritata sconfitta stagionale

CALVI NOALE                                             1

CAMISANO CALCIO 1910                          2

CALVI NOALE: Fornea, Bagarotto, Gasparini, Zane, Bortoluzzi, Vianello, Coppola (24’s.t. Stalla), Coin, Peron (37’s.t. Berardi), De Vido, Chia (26’s.t. Franciosi). A disposizione: Fabbian, Losso, Pizzinato, Leonarduzzi, Scanferlato, Bellia. Allenatore: Bovo

CAMISANO CALCIO 1910: Cora, Anostini, Chimento, Pavan, Colman Castro, Maistrello, Mario (24’s.t. Baccarin), Giaretta, Volpato (47’s.t. Marazia), Sciancalepore (34’s.t. Dal Brolo), De Stefani. A disposizione: Dengo, Gojkovic, Tonazzo, Bigarella, Bertoncello, Maistro. Allenatore: Sabbadin

Arbitro: Dallagà di Rovigo, assistenti Sava di Padova e Bianchin di Treviso.

Reti: P.t.: 8’ Pavan, 31’ De Vido (rig.). S.t. 30’ Volpato (rig.)

NOTE: Angoli: 4-5. Ammoniti: 47’p.t. De Stefani, 17’s.t. Chia, 27’s.t. Colman Castro, 48’s.t. Marazia. Recupero: 2’ – 5’

Noale.

Debutto amaro per Pulzetti in “panchina”.

Il neo mister noalese che guida la squadra dalla tribuna non può certo essere soddisfatto del risultato, ma non può nemmeno ritenersi deluso del secondo tempo dei suoi nuovi ragazzi, i quali hanno chiuso nella loro metà campo il Camisano, alla ricerca del gol vittoria, ma sono stati puniti nell’unica sola volta in cui gli ospiti nei secondi 45′ si sono visti davanti.

Un secondo parziale che aveva riscattato il primo non certo condotto al meglio. Molti errori individuali e troppo timore nell’affrontare la terza forza del campionato.

Un Camisano di cui si teme la capacità di essere cinico, come domenica scorsa contro il Bassano, e che dimostra le sue qualità anche contro il nostro undici. Passa alla prima occasione all’8′, Pavan solo sul secondo palo infila Fornea, poi controlla, ripartendo e rischiando di fare male. Regala anche il pari a dire il vero, perché al 30′ Coin non sembra in grado di creare pericoli, ma Giaretta lo pressa e lo atterra da dietro per il rigore che De Vido realizza, 1-1.

Così nel secondo tempo crescono i nostri portacolori, entrando in campo con una determinazione diversa. Il Camisano è chiuso nella sua metà campo e la Calvi crea almeno tre occasioni da rete, la più netta quella al 19′ con Zane che batte a colpo sicuro, ma Cora respinge.

Mentre i vicentini ancora una volta, alla prima opportunità in cui si affacciano dalle parti di Fornea, colgono l’attimo e trovano il decisivo vantaggio. Al 30′ Bortoluzzi atterra in area Volpato, rigore e dagli undici metri il capitano ospite non sbaglia, 1-2.

Conquistato il vantaggio Sabbadin si chiude inserendo un altro centrale difensivo e gli ultimi quindici minuti, più i cinque di recupero, sono un assedio Calvi alla tre quarti ospite. Ma non ci sono varchi e quando la palla arriva in area, la difesa non ci pensa due volte a rinviare lontano.

E il Noale è costretto a cedere e incassare un altro ko casalingo!

Adesso c’è la sosta per i quarti di finale di Coppa. Il tempo giusto per poter riflettere, riordinare le idee e riprendere le forze e gli infortunati.

#forzacalvieccellenza20220

Nicola De Vido sul prossimo impegno contro il Camisano!

Noale. Non ci si ferma di fronte a nulla

Dopo il cambio tecnico alla guida della squadra, e pur nelle difficoltà per gli infortuni di Leonarduzzi e Marco Dell’Andrea e la squalifica di Alberto Dell’Andrea, in settimana si è continuato a lavorare, anche per dare un seguito a quanto di buono fatto vedere nelle ultime due settimane, Coppa a parte, con il pareggio sull’impegnativo campo dell’Arcella e la vittoria in rimonta contro l’Academy Plateola domenica scorsa.

E per analizzare il momento della squadra, non potevamo non sentire il man of the match dell’ultimo turno Nicola De Vido, autore di quella cavalcata dalla nostra metà campo per la rete del sorpasso.

Siamo decisamente sulla buona strada. La vittoria di domenica ci ha dato entusiasmo e piano piano stiamo diventando un gruppo più unito rispetto all’inizio, quando non ci conoscevamo, essendo in tanti neo arrivati.”

E tra questi ci voleva qualcuno che prendesse in mano la squadra per condurla alla vittoria.

Non credo che sia stato io a essere decisivo, ma tutta la squadra. Nell’ultimo turno ho fatto il gol vittoria, ma ci sono in rosa tanti compagni che possono cambiare le sorti della gara. Perché siamo un bel gruppo, lo dimostra il fatto che già contro il Bassano, abbiamo fatto venti minuti molto importanti.”

E contro Camisano cosa ti aspetti?

Di fare bene. Non siamo quelli delle prime partite e stiamo acquisendo la nostra personalità. Che già si era vista a sprazzi con il Bassano, con qualche difficoltà all’Arcella, e un poco anche domenica scorsa. Adesso facciamo un passo in avanti. Anche perché non possiamo più permetterci di perdere punti e dobbiamo recuperare per arrivare alle posizioni che ci competono.”

#forzacalvieccellenza2022

Matteo Vianello non è più l’allenatore della Calvi Noale!

Noale. La società Calvi Noale Fc comunica che mister Matteo Vianello da oggi non guiderà più la Prima Squadra.

La decisione è stata presa nella serata di ieri e al suo posto è stata individuato Nico Pulzetti, già affermato giocatore professionista, lo scorso anno prima esperienza in panchina con il Montebelluna.

Pulzetti, in attesa di completare l’iter del trasferimento già da oggi è in via dei Tigli per preparare con i ragazzi l’importante sesta giornata di campionato.

Sono passate già cinque partite, ma ce ne sono ancora tante davanti,” esordisce Pulzetti, a poche ore dal primo allenamento.

Dobbiamo cercare di alzare subito la testa e cambiare rotta subito. Non è semplice quando arrivi in corsa. Adesso ci sarà da lavorare sull’aspetto mentale, perchè quando succedono queste cose non sono mai belle. Pensiamo intanto a preparare la partita con il Camisano e poi guarderemo alle altre. Questa squadra ha tantissime potenzialità, ma dovremo lavorare su una fase difensiva importante. Perché vista così questa formazione può fare gol in qualsiasi momento, adesso dobbiamo imparare a non prenderlo.

Peseranno le assenze di Leonarduzzi e Marco Dell’Andrea

Dovremo fare ruotare bene tutti. Miracoli non se ne potranno fare ma cercherò di lavorare con loro nel migliore dei modi. Io ho bisogno di tutti, perché il campionato è lungo, ma soprattutto perché con i cinque cambi tutti devono essere a disposizione. Non lascio nessuno indietro, per me tutti sono importantissimi.”

La società ringrazia mister Matteo Vianello per questi ultimi, difficili e complicati anni di cammino assieme. Lo ringrazia per il lavoro svolto e la professionalità sempre dimostrata e gli augura un futuro professionale ricco di soddisfazioni.

#forzacalvieccellenza2022

La Calvi in rimonta si prende i primi tre punti della sua stagione!

CALVI NOALE                                             2

ACADEMY PLATEOLA                                    1

CALVI NOALE: Fornea, Pizzinato, Gasparini, Zane, Bortoluzzi, Vianello P., Coppola (18’s.t. Coin), Paganin (30’s.t. Bagarotto), Dell’Andreda, Chia (1’s.t. Peron), De Vido. A disposizione: Fabbian, Losso, Scanferlato, Bellia, Berardi, Franciosi. Allenatore: Vianello M.

ACADEMY PLATEOLA: Zilio, Bazzani, Ostojic (1’s.t. Sciortino), Arthur (21’s.t. Sambugaro), Lelj, Canacci, Boreggio (1’s.t. Bacchin), Timpanaro, Spessato, Gusella (17’s.t. Santinon), Guglielmetti (33’s.t. Scalco). A disposizione: Scaranto, Zoppelletto, Bonin, Gasparin. Allenatore: Antonioli

Arbitro: Scuderi di Verona, assistenti Cappellaro di Verona e Antonini di Bassano del Grappa.

Reti: P.t.: 20’ Spessato (rig.). S.t.: 5’ Paganin, 27’ De Vido

NOTE: Angoli: 4-1. Ammoniti: 37’p.t. Spessato, 16’s.t. Zane, 35’s.t. Bagarotto. Espulso al 45’s.t. Dell’Andrea per fallo da dietro. Recupero: /- 4’. Giornata di sole con temperature miti. Campo in perfette condizioni. Spettatori 300 circa.

Noale.

Che sofferenza!

Vittoria ci voleva e questa volta vittoria è stata!

Ma c’è voluta tutta la determinazione, la forza di volontà e quella sana cattiveria per poter portare a casa i primi tre punti stagionali.

E 90′ di sofferenza.

Perché in un primo tempo povero di emozioni, c’è solo quel fallo di Chia al 20′ su Boreggio che procura il rigore a scaldare gli animi. Dal dischetto Spessato non fallisce anche se Fornea intuisce la traiettoria.

Perché dopo c’è poco, si senta la paura che assale i ragazzi di Vianello, le insicurezze che tornano a farsi vive dopo quella domenica pazzesca contro il Bassano.

Invece questa volta mister Vianello e la sua truppo trovano la forza, quella mentale soprattutto, per reagire. E nel secondo tempo è tutta un’altra Calvi.

Possesso palla e veloci ripartenze. Qualcosa si vede ed è quanto basta per arrivare al pareggio. Al 5′ dalla sinistra Paganin prova il diagonale, c’è la deviazione, quella giusta per scavalcare Zilio, 1-1. E la fortuna questa volta ci arride.

2′ dopo è Peron, entrato a inizio ripresa per Chia, che si fa trovare pronto a un passo dalla porta. Conclusione deviata all’ultimo che lambisce il palo.

L’Academy, già ripartita con l’intenzione di difendere a spada tratta il vantaggio, adesso fatica a uscire dalla sua metà campo. Così la pressione noalese, pur non arrivando mai pericolosamente dalla parti della porta padovana, sembra sempre sul punto di ribaltare il risultato.

E quando succede, accade nel migliore dei modi. Con De Vido, ancora una volta uno dei migliori, che decide di rompere l’equilibrio. Ruba palla sulla tre quarti avversaria, s’invola verso la porta ospite, entra in area, difesa del pallone, trova lo spazio per il tiro e sfera che finisce a fil di palo alla destra di Zilio, 2-1!

Gli avversari non hanno la forza di replicare, e l’unica nota da segnalare purtroppo è il rosso diretto di Dell’Andrea al 45′. Una brutta tegola per domenica prossima quando in via dei Tigli verrà a farci visita il Camisano!

#forzacalvieccellenza2022

Quinta di campionato, si torna in campo con l’Academy Plateola

Noale.

Calvi se ci sei batti un colpo!

Contro l’Academy Plateola, magari, davanti al proprio pubblico per cercare i primi tre punti casalinghi.

Perché c’è bisogno di quella vittoria che manca dallo scorso campionato e che ancora non ha arriso i nostri colori.

Alla prima ci ha sorpreso il Pozzonovo, alla seconda ci è sfuggito per un nulla il risultato positivo a Borgoricco, alla terza è arrivato il ko da colpo di scena con il Bassano, e alla quarta il primo punto a sbloccare la classifica contro l’Arcella.

E adesso ci aspettiamo dai ragazzi di Vianello quella prestazione che possa dare la svolta, quella che cerchiamo per partire finalmente.

Perché la classe c’è. La corsa pure. Adesso vogliamo il carattere. Quello che abbiamo visto a Padova la settimana scorsa. E che aspettiamo domani!

#forzacalvieccellenza2022

A Pozzonovo finisce la corsa in Coppa della Calvi

POZZONOVO – CALVI NOALE: 3-1

Pozzonovo: Xhani, Et Tahiry, Costantin, Di Bari, Badiello (44’s.t. Businarolo), Artuso, Marzola, Degan, Franchin (16’s.t. Gherardo), Gallo (16’s.t. Cortella), Birolo (31’s.t. Benucci). A disposizione: Schiavon, Boscain, Thompson, Rizzieri, Cazzadore. Allenatore: Cavazzana

Calvi Noale: Fabbian, Losso, Pizzinato (16’s.t. Gasparin), Zane, Bortoluzzi, Bellia, Coppola (1’s.t. Bagarotto), Coin (16’s.t. Paganin), Berardi, Franciosi (28’s.t. Scanferlato), Peron (16’s.t. De Vido). A disposizione: Fornea, Cosmo, Dell’Andrea, Chia. Allenatore: Vianello

Arbitro: Zantedeschi di Verona, assistenti: Costel Cundrut e Tosello di Castelfranco V.to

Reti: P.t. 30’ Coin. S.t. 9’ Birolo (rig.), 11’ Artuso, 21’ Cortella

Note: Ammoniti: Artuso, Costantin, Di Bari, Zane, Bortoluzzi, Peron, Bagarotto.

Noale. Addio Coppa.

In una fredda serata autunnale la Calvi saluta la Coppa Italia di Eccellenza dove sino a ieri aveva sfoderato prestazioni convincenti. E anche questa volta il Pozzonovo ci fa lo sgambetto come era successo alla prima di campionato.

Nessun dramma, non era certo la Coppa uno degli obiettivi principali della stagione.

Lo si capisce dal turnover che mister Vianello appronta per la sfida in notturna. Sono addirittura sette gli under 2000 in campo e altri due sono Bortoluzzi, classe 97, e Coin, classe ’99, con i soli due “senatori” Zane e Franciosi.

E la linea verde paga nel primo tempo con la rete alla mezz’ora di Coin che porta in vantaggio gli ospiti.

Nel secondo tempo invece a pagare dazio è la difesa noalese che ancora una volta deve concedere tre reti agli avanti del Pozzonovo e nel giro di 10’ vedere vanificato il vantaggio e andare sotto di due gol.

Ci sarebbe tutto il tempo per provare a imbastire una reazione, ma il cronometro scorre veloce verso il 90’+5’ sancendo la quarta sconfitta stagionale della Calvi, la prima in Coppa dopo le tre iniziali nel Girone B.

Adesso, come ci siamo sentiti di dire in cronaca ieri sera, occorre resettare perché domenica c’è subito il campionato. Una sfida fondamentale per gli esiti della stagione. In via dei Tigli arriva l’Academy Plateola, formazione che punta a fare un onesto torneo e che ci sopravanza di cinque lunghezze.

#forzacalvieccellenza2022

Il sorteggio ci riserva la trasferta a Pozzonovo per gli ottavi di Coppa!

Noale.

Adesso l’importante è giocare, tornare a giocare quanto prima e giocare sempre!

E’ chiaro nelle sue intenzioni mister Vianello, quando presenta la trasferta di Pozzonovo di domani sera, per gli ottavi di finale della Coppa Italia Eccellenza.

Prima di tutto adesso c’è tanta voglia di giocare dopo lo stop prolungato della scorsa stagione e poi perché dopo il pareggio all’Arcella è arrivato il momento di cogliere l’attimo. Bisogna giocare ancora per perfezionare i movimenti e gli automatismi.

E allora ben venga la sfida infrasettimanale di Coppa, competizione a cui l’allenatore noalese tiene, per prestigio e per non lasciare nulla di intentato.

“Anche se farò molto tournover mercoledì” rivela. “Intanto è giusto che giochino tutti. Giovani e più esperti, per poter mettere minuti preziosi nelle gambe. Qualcuno deve ancora recuperare il ritmo partita, altri, come il nuovo arrivato Riccardo Paganin, devono ancora inserirsi nel gruppo, conoscere i loro compagni. Anche se si è comunque ben comportato, schierato subito come titolare.

Dopo un inizio tentennante il punto in campionato ci ridà fducia. Adesso dobbiamo assolutamente continuare a fare risultato a partire dalla Coppa e poi domenica in campionato e non fermarci più.

E allora un passo per volta, cominciamo domani con il Pozzonovo.

Mercoledì 13 ottobre 2021 ore 20.30 Pozzonovo – Calvi Noale – ottavi Coppa Italia Eccellenza

#forzacalvieccellenza2022

 

La Calvi finalmente torna con il primo punto da Padova!

Noale.

ARCELLA PADOVA             1

CALVI NOALE                       1

Arcella Padova: Berto, Toso, Varnier, Tessari, Ballarin, Boscaro, Vecchiato (16’s.t. Bressan), Pistolato, Cvetkovic, Calgaro, Turea (15’s.t. Carraro). A disposizione: Pranovi, Paccagnella, Albieri, Cecchele, Fanton, Scarpa, Sartore. Allenatore: Tentoni

Calvi Noale: Fornea, Pizzinato, Gasparini, Zane, Bortoluzzi, Coppola, Bagarotto, Paganin (47’s.t. Franciosi), Dell’Andrea, Chia (47’s.t. Cosmo), De Vido (40’s.t. Peron). A disposizione: Fabbian, Losso, Leonarduzzi, Scanferlato, Bellia, Berardi. Allenatore: Vianello

Arbitro: Venturaro di Bassano del Grappa, assistenti Sadikaj di Mestre e Salvagno di Chioggia.

Reti: P.t.: 5’ Dell’Andrea, 42’ Ballarin

Note: Angoli: 5-5. Ammoniti: Tessari, Ballarin, Calgaro, Carraro, Bressan.

Ci siamo sbloccati.

Finalmente, e contro un avversario quotato come l’Arcella Padova, tra i candidati al salto di categoria, la Calvi Noale trova il primo punto della stagione 2021/2022.

E rischierebbe anche di portarsi a casa tutta la posta se riuscisse ad essere implacabile nelle ripartenze.

Perché dopo il vantaggio immediato di Alberto Dell’Andrea, al 5′ perfetta la sua punizione nel sette, in almeno un paio di occasioni potrebbe fare male alla difesa padovana, come al 25′ con De Vido o più tardi ancora con Alberto Dell’Andrea. Ma in entrambe le occasioni viene a mancare quella lucidità necessaria per essere implacabili.

Così quando al 42′ arriva il pareggio da corner di Ballarin, gli incubi delle scorse settimane tornano ad aleggiare sulla nostra formazione.

Ma nel secondo tempo nessuno dei due contendenti rischia più del dovuto e per entrambi il pareggio diventa il risultato più giusto. E se qualcuno avesse dovuto vincere ai punti, questa volta sarebbe stata la Calvi.

Eppure la giornata non comincia sotto i migliori auspici. Tre sono le assenze per infortunio. Marco Dell’Andrea, Leonarduzzi e Pietro Vianello a cui si deve aggiungere lo stop per squalifica di Coin, espulso la settimana scorsa contro il Bassano.

In settimana la società è corsa ai ripari con l’arrivo di un centrocampista classe 1997, Riccardo Paganin, subito in campo oggi per oltre 90′.

Ma l’impressione è che occorra recuperare quanto prima gli altri titolari per tornare a correre. Intanto però è stato rotto il ghiaccio. E in settimana torna anche la Coppa che tanto bene fa al morale noalese. Ci sono gli ottavi contro il Pozzonovo, prima di rituffarsi nel campionato con la sfida casalinga di domenica prossima con l’Academy Plateola. Obiettivo, proseguire la serie positiva.

#forzacalvieccellenza2022

Calvi Noale, riprenditi all’Arcella

Noale. Non sarà una sfida facile quella che attende i nostri ragazzi a Padova domenica prossima, quarta di campionato.

I tre stop nelle prime uscite della nuova stagione 2021/2022 bruciano ancora, come brucia l’ultima domenica casalinga, quando dopo 70′ di bel gioco la Calvi è sparita lasciando il campo al Bassano.

Della partita abbiamo già parlato e non vogliamo tornarci, ma tanto è stato fatto in settimana per ammortizzare e superare l’impasse soprattutto mentale dell’undici di mister Matteo Vianello che adesso è più determinato che mai.

A questo punto non importa quale avversario abbiamo di fronte. Dobbiamo cambiare atteggiamento e in questi giorni ho visto tanta determinazione negli occhi dei miei ragazzi. Vi dirò di più, meglio che arrivi adesso la sfida contro l’Arcella. Perché non avremo più nessuna attenuante. Nei momenti di difficoltà si vede chi può e vuole metterci il cuore, l’anima.”

Anche se all’appuntamento in quel di Padova la Calvi arriva in piena emergenza. Out per infortunio Marco Dell’Andrea, capitan Leonarduzzi, e fuori per squalifica Coin, negli ultimi allenamenti si è fermato anche Pietro Vianello che tanto bene aveva fatto nel ruolo di centrale difensivo, dopo l’infortunio a Leonarduzzi.

Non è certo un momento fortunato. Ma non cerchiamo attenuanti. Dobbiamo cercare di essere quella Calvi dei 70′ visti con il Bassano. Purtroppo nessuno si aspettava di trovarsi in questa situazione, dobbiamo essere bravi a venirne fuori tutti assieme!

E allora aspettiamo buone notizie da Arcella

Domenica 10.10.2021 ore 15.30

ARCELLA – CALVI NOALE

Calvi da incubo, da 3-0 a 3-5!

CALVI NOALE                                             3

BASSANO VIRTUS                                      5

CALVI NOALE: Fornea, Vianello P., Gasparini, Zane, Bortoluzzi (24’p.t. Coppola), Leonarduzzi, Bagarotto, Coin, Peron (17’s.t. Dell’Andrea), Chia (32’s.t. Scanferlato), De Vido (39’s.t. Berardi). A disposizione: Fabbian, Losso, Pizzinato, Bellia, Franciosi. Allenatore: Vianello M.

BASSANO VIRTUS: Amatori, Paludetto, Minozzo, Miotto (1’s.t. Fracaro), Pellizzer (1’ s.t. Cestaro), Rosina, Santacatterina (22’s.t. Roveretto), Xamin (22’s.t. Cenetti), Antenucci, Bounafaa, Zuin (44’s.t. Ronzani). A disposizione: Artuso, Bardini, Caron, Popovic. Allenatore: Maino

Arbitro: Bazzo di Bolzano, assistenti Pasquesi di Rovigo e Popovic di Padova.

Reti: P.t.: 30’ Zane. S.t. 9’ Peron, 16’ Chia, 24’ Zuin, 30’ Bounafaa, 35’ Paludetto, 43’ Antenucci, 46’ Roveretto

NOTE: Angoli: 4-7. Ammoniti: Xamin, Roveretto. Espulso al 40’s.t. Coin per doppia ammonizione. Recupero: 2’ – 6’

Noale. Partita difficile da commentare.

Per 66’ minuti la Calvi migliore di questo inizio campionato, Coppa Italia esclusa.

Il Bassano nel primo tempo ci prova con maggiore determinazione ma la difesa riesce a chiudere ogni spazio e i pericoli maggiori arrivano quasi sempre e solo da calcio piazzato. Punizione che è determinante al 30’ con Zane che beffa Amatori.

Poi nel secondo tempo con gli ospiti che necessitano di recuperare, i ragazzi di Vianello interpretano perfettamente il momento della partita e si scatena De Vido. Prima ci prova da solo al 7’ e poi è in tutte le azioni dei gol. Partecipa al tiro a segno al 9’, prima lui, poi Chia, e infine il tap-in vincente di Peron. E al 16’ offre l’assist a Chia per il raddoppio.

A questo punto sul 3-0 il Bassano sembra al tappeto e nulla può far presagire quello che accadrà a breve… perché la Calvi smette di fare la Calvi, smette di giocare, e lascia l’iniziativa al Bassano. Il quale, al netto della sua forza, costruito per fare il salto di categoria e rinforzato da giocatori di categoria superiore, non avrebbe avuto bisogno di godere di tanta grazia.

Perché di questo di parla. Se sino al 24’ del s.t. grossi pericoli la porta di Fornea non ne aveva corsi, con la difesa guidata da Vianello Paolo e Bortoluzzi, dopo l’uscita nel primo tempo per infortunio di Leonarduzzi, sempre attenta a chiudere ogni varco, sembra incredibile come nella prima rete Zuin sul secondo palo si sia trovato solo a mettere in gol, così come Paludetto al 35’ per la rete del pareggio, e come Antenucci che usa la sua stazza per entrare in area e battere Fornea per il sorpasso.

Del 3-2 non possiamo dire nulla perché la palla all’incrocio di Bounafaa è da vedere e rivedere, e il quinto gol ospite arriva ormai a partita ampiamente chiusa ed è l’ennesimo regalo dei nostri.

Irriconoscibili. E che avrebbero anche rischiato di subire un passivo ancora più pesante se Cestaro non avesse preso il palo pieno e Ronzani una traversa con palla che poi rientra in campo.

Una Calvi dai due volti, dottor Jekyll e mister Hyde, che stacca la spina quando la sfida sembra sul viale del tramonto e rimane in balia dell’avversario. Che, per proseguire con le metafore, è come il predatore che sente l’odore del sangue e quando vede la Calvi spaesata, la fa a brandelli…

Mister Vianello ha ragione di dire che adesso si dovrà soprattutto lavorare sulla testa. La gamba e il gioco li abbiamo visti sino al 23’ s.t.. C’è da chiedersi quanto potrà incidere sul morale questa rimonta…

Ripetiamo, difficile fare una cronaca quando sei avanti di tre reti e vieni rimontato…

Occorre solo voltare pagina… Di una cosa siamo certi, quello zero in classifica non rispecchia la squadra che conosciamo… e speriamo che l’inversione di tendenza ci sia da subito

#forzacalvieccellenza2022