Calvi, a Bassano si poteva fare di piu’

Noale.

Uno stop inatteso. Almeno dopo aver visto la Calvi delle prime due giornate di ritorno.

Perché sono venuti fuori i vecchi difetti della formazione di Pulzetti.

Tanto gioco e tante le occasioni create, ma poca la resa. E i primi errori che si pagano a caro prezzo.

Non sono servite tutte le opportunità sui piedi degli avanti noalesi per sbloccare il risultato. Infatti il vantaggio è del Bassano.

C’è la reazione, ma manca sempre la precisione e il primo parziale si chiude sul 1-.0 per i vicentini.

Secondo tempo e una sola squadra in campo, la Calvi che cerca in tutti i modi di risalire la china. Invece a raddoppiare sono i padroni di casa e la sfida sembra già arrivata ai titoli di coda. Invece Stalla trova la rete che accorcia le distanze.

Ci sarebbe tutto il tempo per cercare almeno il pari, ma adesso c’è anche la stanchezza che comincia a farla da padrone e Bassano si porta a casa tre punti, Noale invece solo il rammarico di quello che si sarebbe potuto fare e che non si è riusciti a compiere!

BASSANO 1903                                            2

CALVI NOALE                                             1

BASSANO 1903: Amatori, Sanzovo, Rosina, Peotta, Pellizzer, Rizzon, Sandrini (44’s.t. Xamin), Popovic (35’s.t. Stangaciu), Fracaro (17’s.t. Zuin), Lukanovic (35’s.t. Meite), Bounafaa. A disposizione: Fantoni, Minozzo, Paludetto, Santacatterina, Plegnon. Allenatore: Pontarollo

CALVI NOALE: Milan, Dell’Andrea M. (40’s.t. Vianello), Gasparini, Zane, Bortoluzzi, Leonarduzzi, Bagarotto (25’s.t. Fantinato), Stalla (30’s.t. Coppola), De Vido, Coin (30’s.t. Scanferlato), Chia (40’s.t. Peron). A disposizione: Fornea, Losso, Bellia, Pizzinato. Allenatore: Pulzetti

Arbitro: Carrisi di Padova, assistenti Rossetto di Schio e Scaldaferro di Vicenza

Reti: P.t.: 20’ Peotta. S.t.: 15’ Lukanovic, 20’ Stalla

NOTE: Angoli: 3-9. Ammoniti: Sanzovo, Lukanovic, Bounafaa, Bortoluzzi. Recupero: /-5’

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *